Don Giuseppe Bonetto. L’Ardor gli dedicherà l’impianto di via Militare 3 il prossimo 13 maggio.

Don Giuseppe Bonetto, fondatore dell’Ardor

Nel 1957 ha fondato la società calcistica Ardor. Il sacerdote è mancato il primo aprile 2015 all’età di 93 anni. Ha trascorso 65 anni a San Francesco al Campo, come cappellano della chiesa dell’Assunta. Era giunto in paese nel 1950, in sostituzione di Michele Rossetti. Commenta il presidente dell’Ardor Aldo Buratto: “Senza don Bonetto non esisterebbe la nostra compagine. Grazie al suo intervento tanti giovani hanno iniziato a giocare a calcio, coltivando questa passione per decenni”. Il prossimo 13 maggio sarà celebrato il 60° anniversario di fondazione. La sua figura è rimasta nel cuore dei sanfranceschesi.

Don Giuseppe Bonetto

Cinquant’anni d’attività

La memoria corre a dieci anni fa. Nel 2008. Quando si è festeggiato il cinquantesimo di fondazione. A quell’evento è stato presentato un libro. Vi e ha presenziato don Giuseppe Bonetto, contento di esserci per quell’importante traguardo. Racconta Gabriele Araudo, uno dei soci fondatori: “ Ricordo quando don Bonetto ci ha chiamati nella sua cucina per parlarci del progetto sportivo che aveva in testa. Noi eravamo consapevoli di non avere i mezzi economici per sostenere una simile impresa, cioè la costituzione di una squadra di calcio. Ma don Bonetto ci ha incitati”. sostenendo che ci voleva impegno, volontà e passione.

Leggi anche:  Nole in festa con una giornata dedicata allo sport

“Paladino” dei giovani

Don Bonetto, ha visto tanti ragazzi giocare nel campo dell’Ardor. Non a caso si è deciso di dedicare a don Bonetto l’ingresso al campo sintetico di via Militare 3. L’area gioco è dedicata ai piccoli allievi. Si è inaugurata un paio d’anni fa. Grazie alla generosità dei benefattori.