Nole: targa per Samuele, il baby campione mondiale di karate…
ha fatto l’autografo anche al sindaco.

Nole: targa per Samuele, il baby campione mondiale
di karate… ha fatto l’autografo anche al sindaco

Ha solo 6 anni ed è già campione mondiale di karate. L’Amministrazione comunale nolese ha deciso di premiarlo invitandolo nella sala consigliare del Municipio di via Torino nella mattinata di sabato 6 luglio per consegnarli due piccoli regali. Il baby protagonista è Samuele Guidone, allievo del maestro Alessandro Roca nell’associazione sportiva Dojo Heian. Nei giorni scorsi, a Bratislava il piccolo Samuele ha sconfitto l’avversario della Romania e si è portato a casa la medaglia d’oro.

Premiato in Municipio dal sindaco Luca Bertino

Sabato mattina, 6 luglio, l’ha portata trionfante al collo facendola vedere agli amministratori presenti e fieri di avere un concittadino così piccolo e già così famoso. Il sindaco Luca Bertino, dopo essersi complimentato con Samuele, gli ha consegnato una targa come omaggio del paese e del Comune alla sua vittoria. Altro regalo è stata una confezione di Lego con la quale il piccolo  potrà costruire un elicottero. A consegnarlo è stato  Francesco Dibenedetto presente all’incontro insieme al sindaco Bertino, agli assessori Claudia Audi e Grazia Beva (che ha promosso ed organizzato il tutto) e al consigliere delegato allo Sport Simone Ballesio.

Insieme a mamma e papà

Il piccolo campione mondiale ha dato dimostrazione della sua bravura con alcune mosse di karate. Accompagnato da mamma Luisa Gurian e da papà Diego. «Samuele ha iniziato a giocare a karate lo scorso anno – racconta il papà – Ha iniziato con il gioco karate che serve ad avvicinare i piccoli alla disciplina con semplici esercizi. Poi, su indicazione del suo allenatore Alessandro Roca che colgo l’occasione di ringraziare per la professionalità e disponibilità, abbiamo iniziato a partecipare alle gare regionali, poi ai campionati italiani. In tutte le gare Samuele è salito sul podio».

Leggi anche:  Vietti Ramus è pronto per la gara di Misano Adriatico

E alla fine… i mondiali

«Infine i mondiali, dove ha vinto il titolo italiano e portato a casa la medaglia d’oro. L’impegno, per nostro figlio e di conseguenza anche per noi, è di due allenamenti a settimana, anche se Samuele ne ne voleva fare tre, segnale, questo, che lo sport del karate gli piace e lo entusiasma. E di questo non possiamo che esserne felici – prosegue il papà – Gli è stata consegnata la cintura gialla. Adesso, da settembre, proseguiremo nel percorso di crescita e di categoria». Quello che ha colpito mamma e papà è stata la semplicità con la quale il piccolo ha reagito alla vittoria mondiale. «Ho fatto una gara come le altre» ha detto. Una bella risposta che sta a significare come il baby campione vede lo sport che sta praticando da due anni: prima di tutto come gioco e divertimento. Al termine della piccola cerimonia, il sindaco Luca Bertino ha chiesto un autografo a Samuele. E poi pasticcini per tutti, con mamma, papà, zii e nonni. Un momento di festa al quale, sicuramente, ne seguiranno altri insieme alle vittorie del piccolo.