Una nuova “casa dello skate”. In via Trieste, grazie alla collaborazione tra Polisportivo, Virus Team e i preparati istruttori della «Rider’s Academy» di Lanzo, si sono gettate le basi per la nascita di una nuova piattaforma e scuola di skate nell’alto Canavese.

Casa dello skate

Inseguire il sogno di un’evoluzione, perché lo skate è come la vita. Cadi, ti rialzi, fai il numero più bello e vedi la felicità nel volto degli amici. Ecco, nelle parole del leggendario campione, Tony Hawk, cosa è lo skate. Lo sanno molto bene a Rivarolo, dove il Polisportivo è diventato la nuova casa dello skate e ha ospitato per due sabati consecutivi, il 17 e il 24 novembre, altrettante riuscite giornate di prove gratuite e avvicinamento a questo sport.

Rider’s Academy

In via Trieste, grazie alla collaborazione tra Polisportivo, Virus Team e i preparati istruttori della «Rider’s Academy» di Lanzo, si sono gettate le basi per la nascita di una nuova “casa dello skate”: una nuova piattaforma e scuola di skate nell’alto Canavese. Tanti giovani, armati di tavola e caschetto, si sono cimentati in trick ed evoluzioni mozzafiato, sotto gli occhi attenti degli istruttori ed organizzatori. «Gli istruttori sono in tutto 7 – spiegano da Rider’s Academy – Teniamo corsi nelle valli di Lanzo, Caluso, Ciriè, Balangero e Torino. Le lezioni sono aperte ai ragazzi dai 4 anni in su. A Rivarolo iniziamo con un corso al sabato, dalle 15 alle 17».

Leggi anche:  Fucine Rostagno prima nel Trofeo Isac di bocce

Polisportivo da 10 e lode

L’obiettivo è di fare del Polisportivo la «casa dello skate» con rampe e salti ad hoc. «E’ un progetto interessante – spiega Concetta Palato del consiglio di amministrazione del Polisportivo – Si tratta di un’attività in più che offriamo grazie agli organizzatori ai giovani del territorio. Gli spazi non mancano. Abbiamo già calcio, pallavolo, boxe, basket, karate, la piscina con i corsi di nuoto e il nuoto sincronizzato e l’agonistica, acqua gym, idrobike».