Spettacolo straordinario regalato dal Giro d’Italia. In migliaia per le strade del Canavese.

Spettacolo straordinario regalato dal Giro d’Italia

Il Giro d’Italia ha offerto una splendida giornata al Canavesec tutto. Dal Ciriacese sino al Serrù, passando per l’alto Canavese, la Valle Sacra e le Valli Orco e Soana, alla fine in occasione della tappa numero 13 ha regalato emoziono straordinarie e un grande evento di sport. Anche il meteo è stato dalla parte dell’organizzazione, del pubblico e degli atleti, i quali hanno portato a termine una competizione che entra di diritto nella storia.

Ilnur Zakarin il primo a tagliare il traguardo

A conquistare, dopo oltre 5 ore di fatica e lotta la vittoria è andata al russo Ilnur Zakarin, portacolori del Team Katusha Alpecin. La sua azione decisiva è arrivata nella salita alla volta del lago, esattamente a 5 chilometri, dopo che per tutta la corsa continuamente i cicilisti in gara hanno dato vita ad attacchi, fughe e colpi di scena che hanno tenuto desto l’interesse di tutti.

Leggi anche:  La Ciriè Pian della Mussa festeggia la 53esima edizione

Maglia rosa indossata da Jan Polanc

Invece a occupare il gradino alto del podio, nell’occasione, è stato Jan Polanc (UAE Team Emirates). Per lui il bacio delle miss ed il brindisi vituale con i tanti tifosi che hanno incitato i protagonisti del Giro d’Italia per tutta la durata della gara. Una gara che ha offerto un colpo d’occhio straordinario, regalando un’emozione che, anche il giorno dopo, è viva e palpabile.