Sulle Alpi 100 Km di corsa, ecco gli eroi che si sono sfidati della decima edizione.

Sulle Alpi 100 Km di corsa

Una bella giornata autunnale ha accompagnato i 153 partenti della X edizione della 100 km delle Alpi al via da Piazza Castello, dato puntualmente alle 10.00 di sabato 12 ottobre da uno starter d’eccezione, l’Ing. Fulvio Gallenca, sindaco del comune di arrivo, Foglizzo, e vinta da Francesco Lupo, alfiere dell’Atletica Imola in 7h.37.26. Tra le donne invece, la prima a tagliare il traguardo del comune canavesano è stata Albanese Stefania affiliata Fidal tramite Run card, in 9h36,03.

Il podio

I due vincitori hanno regolato rispettivamente: Zucchini Matteo Atletica winner Foligno 8h.16.16 medaglia d’argento, Rollo Cristiano 9h.02.29, del team Impossible target e Pieviani Paola GP Casalese 9h.46.47 seconda, terza Ferraro Francesca Emozioni sport 10h.37.07. Dopo la rinuncia all’ultimo momento del plurivincitore della manifestazione, Stefano Velatta per il riacutizzarsi di una infiammazione, è saltato già nel primo km anche un altro dei favoriti alla vigilia, Tiziano Marchesi, tutte defezioni che hanno semplificato il compito di Lupo, forte di un personale di 7h.14, che, una volta messo un margine di sicurezza tra lui e i suoi inseguitori, ha poi gestito il vantaggio.

Leggi anche:  Giacomino Martinetto confermato presidente dell’Associazione Velodromo Francone

L’arrivo in rosa

Molto più combattuta la gara in rosa con le tre ragazze a vista tra loro per lunghi tratti. Ma dato doveroso spazio ai vincitori desideriamo celebrare il popolo degli ultramaratoneti, gente spinta da una passione senza età, basti pensare a Romano Barlascini classe 1940 (79 anni) o Vincenzino Mason classe 1941 (78) arrivati al traguardo in barba ai dati anagrafici E poi tutti gli altri: Barbara, Marco, Andrea, Wilma, Luigi, Albarosa, Pietro, Roberto, Sara è via dicendo, che con la loro forza hanno colorato le strade del Canavese.

Gli ultramaratoneti

C’è stata poi gloria anche per i pionieri del Challenge ultramaratona Italia, la prova nata col patrocinio della IUTA, per premiare gli ultramaratoneti più performanti del 2019. Tra gli uomini vittoria di Pietro Custodi che la spunta per solo due punti su Domenico Marconato. Tra le donne invece, la maglia di Campione di ultradistanze 2019, è andata a Fiore Albarosa. Al termine coro unanime di consensi per l’organizzazione impeccabile messa in mostra dal Giro Italia Run, che con Vitaliano De Gregorio alla presidenza ha saputo coniugare alla perfezione passione e professionalità.